Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /web/htdocs/www.progetto-italic.org/home/wp-includes/cache.php on line 36 Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /web/htdocs/www.progetto-italic.org/home/wp-includes/query.php on line 21 Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /web/htdocs/www.progetto-italic.org/home/wp-includes/theme.php on line 540 Italic 2.0 » Casi di studio
italicspecimen

§ Casi di studio

emilio.macchia || Venerdì 4 Dicembre 2009, ore 17:39
Lekton

lekton.jpgmonospaziato
bispaziale
tridimensionale
più corsivo di una maratona
più nero della notte
rigorosamente open-source

Il lekton è un carattere tipografico open-source progettato e disegnato da alcuni studenti del corso specialistico in progettazione grafica ed editoriale dell’ISIA di Urbino, in occasione della Fiera della Parola organizzata dall’Archivio Storico Olivetti di Ivrea, supervisionati dai docenti Luciano Perondi e Marco Tortoioli Ricci.

Hanno contribuito a questo progetto: Paolo mazzetti, Luciano Perondi, Raffaele Flaùto, Elena Papassissa, Emilio Macchia, Michela Povoleri, Tobias Seemiller, Riccardo Lorusso, Sabrina Campagna, Elisa Ansuini, Mariangela DiPinto, Antonio Cavedoni, Marco Comastri, Luna Castroni, Stefano Faoro, Daniele Capo.

emilio.macchia || Venerdì 4 Dicembre 2009, ore 11:54
Chiara

chiara.jpgChiara è un carattere tipografico disegnato da Alessio D’Ellena; realizzato come oggetto di tesi in Disegno Industriale presso l’università “LaSapienza” di Roma e sviluppato nel corso del 2009 con la supervisione e l’aiuto prezioso di Giovanni Lussu e Silvana Amato.
Chiara è stato sviluppato con obiettivi di leggerezza visiva, il più possibile fruibile nei lunghi blocchi di testo: da qui la scelta di realizzare un Sans calibrato attorno all’intenzione di restituire alla pagina di testo un colore non particolarmente nero, valorizzando la quantità di bianco all’interno dei glifi, e aprire i tratti terminali di alcune lettere, per migliorarne il grado di riconoscimento.
Presenta attualmente tre varianti: regular, italic e bold; possiede i caratteri per la sola lingua italiana. Il corsivo si differenzia dal tondo per il disegno più accentuato che ha l’obiettivo di distinguere chiaramente i due alfabeti.
Il progetto è Open Source su licenza Creative Commons. Chiunque voglia avere informazioni, consultare il testo di tesi o scaricare l’intero pacchetto per ampliare, proseguire o divergere da questo, può mandare una e-mail a: alessio.dellena@gmail.com